LUCCA COMICS

GUARDA LE FOTO Lucca Comics & Games è una fiera dedicata al fumetto, all’animazione, ai giochi (di ruolo, da tavolo, giochi di carte), ai videogiochi e all’immaginario fantasy e fantascientifico, che si svolge a Lucca in Toscana, nei giorni a cavallo tra ottobre e novembre. È considerata la più importante rassegna italiana del settore[1], seconda d’Europa e terza del mondo, dopo il Comiket di Tokyo ed il Festival International de la Bande Dessinée d’Angoulême in Francia.[2][3][4] È stato calcolato che l’edizione del 2011 abbia attirato 155.000 visitatori[5], con un picco di 50.000 visitatori nella sola giornata di domenica 30 ottobre[6], e generato introiti per la città per circa 24 milioni di euro.[7] L’edizione del 2012 ha battuto il record raggiunto il precedente anno, registrando un’affluenza di 180.000 visitatori, con un picco di 56.000 visitatori per la giornata di sabato 3 novembre.

L’evento viene organizzato annualmente dalla srl Lucca Comics & Games s.r.l., istituita nel 2004, e gestita da Lucca Holding S.p.A.[12] In precedenza l’evento era curato direttamente dal Comune di Lucca.[13] Presidente di Lucca Comics & Games s.r.l. è Francesco Caredio, mentre il direttore della manifestazione è Renato Genovese.

In anni recenti, Lucca Comics & Games s.r.l. ha organizzato anche altri eventi legati al mondo del fumetto e dell’animazione. Nel 2008 e nel 2009 si è tenuto Lucca Animation, concorso internazionale dedicato al cinema d’animazione. La prima edizione si è tenuta dal 22 al 26 aprile, mentre la seconda dal 28 ottobre al 1º novembre in concomitanza di Lucca Comics & Games. Dal 25 al 27 aprile 2008 è stato organizzato Lucca Collezionando, mostra mercato dedicata al fumetto raro e da collezione.

A marzo 2012 è stato fondato il Comitato Lucca Città del Fumetto, formato da Lucca Comics & Games s.r.l, dal Museo del fumetto e dell’immagine e dall’assessore alla cultura di Lucca, che ha lo scopo di coordinare le attività di entrambe le istituzioni.[14][15]

Secondo quanto pubblicato da Rinaldo Traini[16], uno dei creatori della mostra e per decenni tra i curatori, l’attuale Lucca Comics & Games non potrebbe più fregiarsi del titolo di Salone Internazionale dei Comics, del Film di Animazione e dell’Illustrazione, perchè entità diversa, in quanto, il Salone Internazionale, di proprietà dell’Associazione Immagine, dal 1994 venne spostato a Roma nella manifestazione Expocartoon.

Inaugurata nel 1966, la manifestazione è andata crescendo come importanza da edizione a edizione. Inizialmente appuntamento annuale, poi biennale, nel 1986 celebrò la sua diciassettesima edizione (scaramanticamente ribattezzata “Lucca ventanni”).

Seguì un breve periodo di crisi e di sospensione, interrotto con il ritorno della Mostra nella primavera 1990, in una versione addirittura semestrale, che vedeva una mostra mercato in primavera e il salone nell’ormai abituale edizione autunnale. L’edizione più movimentata fu sicuramente quella della primavera 1994[17], quando per motivi di sicurezza venne ritardata di un giorno l’apertura della mostra per apparenti mancanze nei sistemi di sicurezza del Palazzetto dello Sport, ossia il padiglione più grande all’interno dell’area dove la manifestazione si teneva all’epoca. Dalla seconda metà degli anni ’90, la manifestazione ha cadenza annuale.

Cosplay a Lucca 2011.

Nel 1993 in seno a Lucca Comics nasce Lucca Games, manifestazione già all’epoca punto di riferimento nazionale per gli ambiti del fumetto e correlati. Originata dall’intento iniziale di dare spazio ad un settore commerciale – quello del gioco – vicino a quello del fumetto per clientela e contenuti, sin dall’inizio si caratterizza per la presenza di iniziative non unicamente riguardanti il mondo commerciale, ma esplicitamente rivolte ad aggiungere attrattiva per il pubblico al di là degli espositori commerciali. Infatti con il progredire degli anni, vengono progressivamente introdotte sempre più attività come concorsi, tornei e aree dedicate, curate direttamente dall’organizzazione e svincolate dagli espositori commerciali.

Agli originali torneo di Mastering, trofeo Grog (per la colorazione di miniature) e premio per il Miglior Gioco Inedito (oltre al premio Best of Show per il miglior gioco commerciale), si aggiungono nel 1995 Giochi di Ruolo Senza Frontiere e Campionato a Squadre di Giochi di Ruolo che tutt’oggi continua sotto il nome di Ruolimpiadi. È invece con l’edizione del 1998 che apre i battenti lo Spazio Performance, dedicato alla pittura dal vivo da parte degli artisti ospiti. Nell’anno 2000 vede invece il debutto l’Indipendence Bay, area dedicata al fandom e all’autoproduzione. Due anni dopo, nel 2002, vede la luce NKG Lucca Model Contest, concorso di modellismo per kit derivati dal mondo del gioco, del fumetto e del cinema fantascientifico e fantasy.

Verso la fine degli anni ’90, con l’evoluzione e l’espansione del giro d’affari dei giochi di ruolo, videogiochi ecc., la sezione Lucca Games ha talmente aumentato il suo peso nell’ambito della fiera, per spazi espositivi ed attrattiva di pubblico, che nel 2000 l’intera manifestazione ha cambiato denominazione diventando ufficialmente Lucca Comics and Games.

A partire dall’edizione 2006, in occasione dei 40 anni dalla nascita della rassegna e per la prima volta dal 1982, la locazione dei tutta la fiera è stata spostata nel centro della città, all’interno della cinta muraria lucchese, piuttosto che presso l’area fieristica di via delle Tagliate.

L’edizione 2008 ha visto il debutto di Lucca Games Educational e del Prototype Review Corner: la prima è una nuova sezione della manifestazione, che ne raccoglie i seminari e le attività didattiche, mentre il secondo permette agli autori dilettanti, che lo vogliano, di presentare ad autori ed editori un prototipo di gioco da loro sviluppato per una valutazione.

Attualmente risulta essere la terza fiera Comics più frequentata al mondo, dopo il Comiket di Tokyo, il Festival International de la Bande Dessinée d’Angoulême, appena davanti al Comi-con di San Diego.

Storicamente la principale area della fiera, l’area Comics accoglie tutto ciò che riguarda direttamente il fumetto e l’animazione internazionale, benché con il passare degli anni e le edizioni, l’area Games abbia acquisito pari importanza. Grazie alla sua importanza sul territorio, ogni anno partecipano all’evento la quasi totalità delle case editrici specializzate nazionali, oltre che numerosi espositori, rivenditori e negozi specializzati, disposti nei numerosi padiglioni dedicati.

Una veduta interna del Japan Palace.

L’area Comics infatti, nella disposizione interna alle mura urbane, è divisa in varie zone: Piazza Napoleone, Piazza San Martino, Piazza del Giglio, Piazza San Giovanni, Piazza San Martino e Corso Garibaldi. Infine a Piazza del Collegio, presso l’ex Real Collegio, viene allestito il Japan Palace, uno dei punti focali dell’intero evento. Qui, oltre ad essere presenti numerosi espositori, vengono organizzati vari eventi e “showcase” legati al mondo del fumetto. L’Area Self è invece dedicata alle autoproduzioni ed ai progetti amatoriali, che vengono ospitati presso il Padiglione Passaglia di Piazza Napoleone.[18]

Nell’ambito di Lucca Comics si svolgono anche due cerimonie di premiazione: il Gran Guinigi, premi assegnati da una giuria di esperti a vari esponenti dell’industria del fumetto ed il Lucca Project Contest organizzato insieme a Edizioni BD e destinato agli aspiranti autori di fumetti italiani. Il premio è intitolato a Giovanni Martinelli.

Testo ripreso da WICHYPEDIA clicca qui

– LUCCA COMICS 2012 (FOTO)

 

 

 

 

 

 

 

Be Sociable, Share!

Leave a Reply

*